• Notizie
  • giugno 24, 2020
  • Milano

+ 30% nel 2019: Arcadis Italia in forte sviluppo

Milano - La società consolida la propria presenza nel settore immobiliare e dell’ingegneria ambientale

Arcadis Italia in forte sviluppo


Arcadis Italia continua il suo andamento di espansione e forte sviluppo nel mercato del Real Estate e Industriale con riferimento alla progettazione, alla valutazione e alla gestione di asset immobiliari e naturali, posizionandosi come “unique point of contact” anche nei progetti di ingegneria ambientale e nell’esecuzione di bonifiche. L’azienda, infatti, ha registrato un significativo aumento di fatturato nel corso del 2019 sia nel settore “Environment” sia “Building”, che ha portato il valore della produzione da 29 a 38 milioni. La crescita dei ricavi è frutto del consolidamento della presenza di Arcadis Italia nel contesto di grandi bonifiche per clienti privati oltre che un crescente coinvolgimento della divisione Building nel mercato del Hospitality & Leisure, diventando, di fatto un “sole sourcer” di servizi di Project Cost e Construction Management per alcuni dei principali fondi di investimento internazionali.

Inoltre, si è ritagliata un ruolo da protagonista nel settore della rigenerazione urbana, attuando anche in Italia il programma internazionale Big Urban Cities avviato dalla casa madre olandese nel 2015, per favorire l’incremento della qualità della vita dei cittadini nelle grandi città attraverso interventi di rigenerazione e di riqualificazione urbana che stanno facendo scuola in Europa e nel mondo.

La digitalizzazione e smaterializzazione dei processi sono una costante imprescindibile in tutti i settori in cui opera Arcadis. La progettazione e modellazione in BIM (Building Information Modelling) e le conseguenti potenzialità di gestione dei dati, consentono di sviluppare nuovi servizi per migliorare il contenimento di tempi e costi in fase di costruzione ma soprattutto, consentono un approccio rivoluzionario nella gestione degli asset. Anche in questo ambito, Arcadis Group e Arcadis Italia stanno investendo in programmi internazionali, (Cfr. Arcadis Tech Stars) che favoriscono il lancio di nuove start-up tecnologiche ad alto valore operativo.

Tra i progetti iconici che hanno contribuito all’ottimo risultato del 2019, vi sono: il progetto “SeiMilano”, la riqualificazione del Waterfront di Levante a Genova, il “Campus Open Zone” di Zambon a Bresso e l’intervento nell’ex area produttiva del gruppo a Vicenza e la riqualificazione e rifunzionalizzazione dei principali luxury hotel della Costa Smeralda.

SeiMilano è un sapiente intervento di caratterizzazione e di bonifica ambientale di un’area di circa 300.000mq. a Milano, dove una nuova polarità urbana si svilupperà insieme ad un grande parco. Arcadis si è occupata di predisporre il Progetto Bonifica e di eseguire le relative opere privilegiando la sostenibilità, la sicurezza e l’integrazione con l’approntamento delle opere civili relative agli edifici ed alle infrastrutture.

All’interno del progetto di riqualificazione del Waterfront di Levante a Genova, Arcadis Italia si è occupata di supportare i progettisti e gli investitori su tematiche ambientali ed autorizzative del Progetto Urbanistico Operativo, incluse VIA e VAS e la gestione dei temi relativi ai terreni e delle acque nell’area del Progetto.

Nell’ambito della complessa riqualificazione e rifunzionalizzazione di diversi hotel di lusso della Costa Smeralda, Arcadis ha assistito il proprio cliente fornendo tutti i servizi di project management e di ingegneria, dedicando uno staff multidisciplinare ed assicurando una costante presenza in loco per i controlli in cantiere.

Nel progetto di ampliamento del campus OpenZone Zambon di Bresso sono state attivate tutte le competenze interdisciplinari di Arcadis che ha lavorato in modo integrato sul progetto degli impianti, sulla digitalizzazione della proposta dell'archistar, sul controllo dei costi, sull'analisi idrogeologica del rischio di inondazione e sulla caratterizzazione dell’intervento di decontaminazione delle aree che ospitano la nuova sede, i laboratori ed uffici di ricerca del gruppo.

Nell’ex area produttiva di Zambon nell’abitato di Vicenza sono in fase di finalizzazione gli interventi di bonifica finalizzati alla restituzione dell’area alla comunità vicentina. Il progetto consiste nell’applicazione di una serie di tecnologie tra loro complementari e ad elevato contenuto tecnologico atte alla bonifica delle matrici acque e terreni. La progettazione e l’esecuzione degli interventi sono orientati a massimizzare la sostenibilità ed efficacia degli interventi in piena tutela della popolazione e dell’ambiente circostante. Al termine degli interventi l’area sarà restituita al Comune e sarà riconvertita in residenziale e verde pubblico.

 

Share on Wechat
"Scan QR Code" on WeChat and click ··· to share.