25£ milioni

di finanziamenti ottenuti

1

spazio pubblico pluripremiato

40%

di aumento del sostegno dell'opinione pubblica

Attualmente in visione

La sfida

Al centro di qualsiasi programma di riqualificazione complesso c'è una sola preoccupazione: le persone. In che modo uno spazio di nuova concezione può servire al meglio la comunità? Nel caso dell'importante progetto per Bradford, la visione era chiara. Doveva riunire la città aprendola. Il centro sarebbe diventato sede di un nuovo parco cittadino, uno spazio multifunzionale da dedicare a teatro, musica, mercati e festival. L'idea più ambiziosa era creare un'immensa piscina a specchio interattiva, il più grande specchio d'acqua urbano del Regno Unito.

La soluzione

Il progetto è stato concepito nel 2003. Sono seguiti quattro anni di consulenza e sviluppo per trasformarlo in un piano fattibile, che avrebbe dato impulso all'economia locale e migliorato la coesione sociale.

 

Si è trattato di un'iniziativa congiunta, che ha coinvolto il Consiglio del distretto metropolitano di Bradford, la società di sviluppo Bradford Centre Regeneration e l'agenzia di sviluppo Yorkshire Forward. Arcadis si è occupata dello sviluppo e della gestione del progetto del nuovo parco, oltre a fornire consulenza strategica e sui costi della riqualificazione per garantire che il piano potesse procedere come previsto.

  • SCOPRI DI PIÙ

    Nel 2009, nonostante la crisi economica, i finanziamenti del Consiglio, di Yorkshire Forward e del Regional Transport Board hanno permesso di completare l'iconico programma City Park. Anche in un clima economico così difficile, il progetto aveva obiettivi di trasformazione ambiziosi. L'investimento in materiali di alta qualità assicurava che resistesse alla prova del tempo. Questo aspetto era fondamentale per il suo impatto a lungo termine e per i vantaggi che continua a produrre ancora oggi: aumento del valore dei terreni, nuovi posti di lavoro e prosperità.

     

    La chiave per ottenere i 25 milioni di sterline necessari per trasformare il progetto in realtà è stato un business case solido, che ha permesso di raccogliere i finanziamenti e il sostegno degli stakeholder. Questo presupponeva una chiara dimostrazione della realizzabilità del progetto, oltre che la descrizione dei vantaggi e dell'impatto previsti, anche in tempi di crisi.

     

    I partner di progetto hanno acquisito fiducia nel business case anche grazie agli insegnamenti tratti dall'analisi di progetti simili e dall'identificazione degli ingredienti chiave per il successo. Questo è stato utile anche per fornire elementi probanti da inserire nel business case e dimostrare che i benefici auspicati erano realistici e che era possibile creare una stima del valore economico.

     

    L'attenzione al coinvolgimento della comunità è stata importante per ottenere gli investimenti necessari e mantenere un più largo consenso da parte degli stakeholder. Il pubblico consenso è aumentato dal 50% al 70% grazie a una campagna mirata, progettata per illustrare i vantaggi più ampi del progetto.

     

    Anche un maggiore coinvolgimento degli stakeholder era fondamentale ed è stato necessario garantire che, durante lo sviluppo, il progetto rimanesse allineato alle varie aspirazioni dei numerosi stakeholder e finanziatori chiave.

L'impatto

Un successo pluripremiato

Con 107 fontane coreografiche, alcune delle quali si scambiano sfere d'acqua, un potente getto che raggiunge i 30 metri, luci laser, nebbiolina e un percorso che consente ai pedoni di "camminare sull'acqua", l'iconica Mirror pool è senza dubbio il pezzo forte del parco cittadino. Il successo complessivo del progetto è dimostrato non solo dai milioni di visite, ma anche dal numero di premi ricevuti.

 

Questo enorme spazio pubblico ha aperto la città, le sue comunità e le sue attività economiche a nuove possibilità, nuove esperienze e nuovi investimenti. È motivo di orgoglio e di gioia ed è stato il catalizzatore della rinascita di Bradford.

  • SCOPRI DI PIÙ

    Lezioni apprese per gli investimenti in spazi pubblici in un mondo post-COVID

    Gli spazi pubblici hanno sempre svolto un ruolo chiave nel placemaking e aumentano di valore nel tempo. Questo è stato vero quando il paese si è ripreso dal più "normale" shock economico del 2009 e sarà ancor più vero in futuro, visto il crescente interesse per gli spazi pubblici dimostrato dalla popolazione nell'odierno mondo post-COVID.

     

    L'ambizione è buona e i progetti trasformativi possono essere redditizi e di sicuro successo in qualsiasi momento del ciclo economico. Realizzare progetti come questo, con un solido controllo dei costi e trasparenza sui benefici che offriranno, sarà più importante che mai, dal momento che i finanziamenti sono concentrati sul recupero e la ristrutturazione delle arterie principali e dei centri urbani post-COVID.

     

    Se sostenuti da una documentazione solida, non c'è ragione per cui non si possano sviluppare business case finanziabili per investimenti in spazi pubblici. Con la crescente attenzione agli spazi pubblici e al loro valore per la società prevedibili per il futuro, tutto dovrebbe essere più semplice rispetto al passato, a condizione di quantificare adeguatamente il valore economico e sociale.

     

    Allineare gli stakeholder nelle fasi iniziali è importante, ma essere consapevoli della necessità di mantenerne il coinvolgimento e il sostegno per l'intera realizzazione del progetto, e avere un piano per farlo, è fondamentale. Questo include sia la comunità in generale che i principali stakeholder e finanziatori. Occorre concentrarsi su un approccio aperto e trasparente, che inserisca il posizionamento di interventi e migliorie sugli spazi pubblici nel contesto di una riqualificazione più ampia.


Servizi utilizzati

Connect with {name} for more information & questions

Arcadis will use your name and email address only to respond to your question. More information can be found in our Privacy office