• Servizi: Soluzioni Ambientali, Valutazione e riqualificazione dei siti contaminati

Bonifica In Situ - Trattamento termico e ISCO

Provincia di Bolgna, Italy - Il sito è un’ex area industriale situata in Centro Italia. Un'approfondita indagine ambientale ha messo in evidenza la presenza di un ampio plume di contaminazione da solventi clorurati nelle acque sotterranee.

> 80%

Abbattimento Medio delle Concentrazioni Iniziali

2500

Metri Quadrati, Area dell'Intervento di Bonifica

Bonifica In Situ - Trattamento termico e ISCO

Il sito oggetto dell’intervento è un’ex area industriale dove in passato venivano costruiti mezzi agricoli.  Un'approfondita indagine ambientale ha messo in evidenza la presenza di un ampio plume di contaminazione da solventi clorurati nelle acque sotterranee. 

Arcadis ha realizzato un complesso test pilota durante il quale sono state applicate diverse tecnologie di bonifica sull’area sorgente che presentava le maggiori concentrazioni di contaminante.

Nella Fase 1 del  test è stato definito il modulo pilota, consistente in un'area di 200 m2 cinturata da palancole, dove è stata inizialmente depressa la falda tramite un impianto di Pump&Treat per attivare successivamente l'iniezione di vapore ed il riscaldamento elettrico del terreno, integrati con impianti di Dual Phase Extraction e Soil Vapor Extraction.

Nella Fase 2 ARCADIS ha effettuato i test ISCO (In Situ Chemical Oxidation) di laboratorio ed il test pilota in campo con l'iniezione di persolfato di sodio.

Al termine delle prove pilota (Fase 1 e Fase 2), in accordo con gli Enti competenti, l’intervento di bonifica ISCO è stato esteso a tutta l’area interessata, avente circa 2500 m2.

Le aree oggetto di questo intervento sono tutte state cinturate mediante jet grouting, spinto sino ad intercettare lo strato di argilla sottostante. Complessivamente per le attività di ISCO sono stati realizzati nr. 68 pozzetti di iniezione in HPDE da 3” distribuiti nelle aree in modo da interessare tutte le zone contaminate.

L’intervento ISCO è stato eseguito in tre fasi successive, tramite l’iniezione di persolfato di sodio, attivato con solfato ferroso e acido citrico come chelante e monitorando in campo ed analiticamente l’andamento dell’intervento prima, durante e dopo ciascuna iniezione.

Le aree oggetto della bonifica tramite ISCO sono state positivamente collaudate con ARPA tramite l’esecuzione di nr. 4 campagne di monitoraggio delle acque di falda.

Risultati

> 80%

Abbattimento Medio delle Concentrazioni Iniziali

2500

Metri Quadrati, Area dell'Intervento di Bonifica

15.000

Metri Cubi, Volume dell'Area Risanata