Nel 2016 l'esperta di Arcadis WenMei ha aderito a una missione dello Shelter Program a Kathmandu, in Nepal, per contribuire agli sforzi di UN-Habitat dopo il terremoto che ha colpito il paese, distruggendo intere zone del villaggio di Bungamati. WenMei ha potuto offrire un aiuto diretto alla popolazione del luogo. È stata un'esperienza che ha cambiato la sua visione della vita.


WenMei è Director of Water Management di Arcadis Cina. Originaria di Pechino, ha vissuto nei Paesi Bassi per 20 anni prima di ritornare in Cina. WenMei dice di essere rimasta nella nostra azienda così a lungo per due motivi.

 

Wen Mei Image

 

Il mio lavoro in Cina è molto impegnativo. Stiamo sviluppando il mercato per i nostri servizi e le nostre soluzioni mentre realizziamo progetti. Nel mio lavoro voglio sempre costantemente essere messa alla prova. Ma sono rimasta in Arcadis anche perché siamo un'azienda solidale, impegnata nel sociale. È evidente in ufficio, dal modo in cui ci si aiuta sempre tra colleghi. E anche lo Shelter Program ne è un buon esempio.


Devastazione diffusa


Nel 2016 WenMei ha partecipato a una missione Shelter in Nepal, un anno e mezzo dopo il violento terremoto avvenuto nei pressi di Kathmandu. Il sisma ha causato 9.000 morti e 22.000 feriti, lasciando 3,5 milioni di persone senza tetto. WenMei e un gruppo di altri esperti Arcadis si sono recati a Bungamati, una piccola città a sud di Kathmandu. Sulla base di una proposta sviluppata da UN-Habitat e Arcadis in una precedente missione Shelter, WenMei era lì per sviluppare un piano di emergenza per i residenti. Il piano aiuterà la comunità in caso di disastri naturali futuri. Nonostante l'ampia copertura giornalistica dell'evento, WenMei non era preparata alla devastazione che ha visto quando è arrivata in Nepal.


Aiutare il Nepal a riprendersi dal terremoto


Vedere le condizioni di vita nel paese è stato scioccante. Molte persone vivevano in metà casa, perché l'altra metà era crollata. Ma nonostante l'entità della catastrofe, l'atmosfera non era cupa. Le persone che ho incontrato avevano ben poco, ma erano comunque felici. Gran parte del denaro che avevano è andato come prima cosa ai templi, che sono state le prime strutture ad essere ricostruite. Si vedeva che la gente lì è davvero devota alla propria fede.


Fare la differenza


Il terremoto del 2015 ha causato danni per 10 miliardi di dollari, che equivalgono a metà del prodotto interno lordo del Nepal. Gran parte di Bungamati è stata distrutta, lasciando i suoi abitanti in condizioni di vita estremamente vulnerabili. Il piano di emergenza a cui WenMei ha lavorato aiuterà il governo locale a migliorare la resilienza della città e a prevenire potenziali perdite di vite umane in caso di inondazioni o frane. Per molti versi, il lavoro svolto da WenMei era simile a quello che svolge quotidianamente in Arcadis, ma le circostanze hanno conferito ai suoi sforzi un significato maggiore.


Aiutare il Nepal a riprendersi dal terremoto


Normalmente lavoro per gli enti municipali in Cina. Mi occupo di progetti mirati a evitare alluvioni o risanare fiumi o acque aperte. Si tratta di un lavoro importante che migliora anche la qualità della vita, migliorando l'ambiente. Ma nello Shelter Program lo facevo per persone che avevano bisogno di aiuto immediato. Utilizzare le proprie competenze per aiutare direttamente le persone rende il lavoro più significativo. È stato molto appagante.


Aiutare il Nepal a riprendersi dal terremoto

(Da sinistra a destra) Gli esperti di Arcadis: Suman Sathyanarayana, Mauricio Aoki de Amaral, Thijs Homan, Massimo Endrizzi, Nieke de Bel, Wen Mei Dubbelaar-Ha, Radboud Buitenrust Hettema, Bert Smolders e un rappresentante di UN-Habitat Nepal


Un nuovo modo di vedere il mondo


Da quando ha memoria, WenMei ha sempre voluto aiutare gli altri. Anche da bambina, crescendo a Pechino, si sentiva fortunata ad avere una famiglia amorevole e l'accesso a una buona educazione. Ed è felice del fatto che, attraverso il suo lavoro in Arcadis, migliora la qualità della vita delle persone in Cina. Tuttavia, come molti di noi, WenMei tendeva a preoccuparsi per il suo futuro e a volte ha perso di vista le molte cose di cui può essere grata. La missione Shelter in Nepal l'ha cambiata.


Shelter è un'ottima opportunità per entrare in contatto con persone reali che hanno bisogno e che puoi aiutare con il tuo lavoro. Il programma Shelter ti cambia come persona. Nel mio caso, ha cambiato il mio atteggiamento verso la vita. Ho visto persone in estrema povertà, ancora disposte a sacrificare quel poco che hanno per aiutare gli altri. Dopo aver constatato che è possibile essere felici anche in circostanze così terribili, sono più in pace.

Scrivi a {name} per avere informazioni e risposte

Arcadis will use your name and email address only to respond to your question. More information can be found in our Privacy policy